La parodontologia – Piorrea cura

Piorrea cura – la parodontologia è un ramo dell’odontoiatria che si occupa dello studio e della cura del parodonto, ossia dei tessuti di sostegno del dente (la gengiva, l’osso alveolare, il cemento radicolare e il legamento parodontale). La malattia del cavo orale più frequente, dopo la carie, è nella maggior parte dei pazienti la parodontite (o piorrea).

Inizia come una semplice gengivite, ossia con un’infezione batterica delle gengive dovuta all’azione della placca e del tartaro depositatisi sui denti. Le gengive infiammate si presentano gonfie, doloranti e sanguinanti all’uso dello spazzolino. Se la gengivite non viene curata in tempo, degrada in parodontite. La parodontite è un’infezione cronica delle strutture interne che circondano il dente (l’osso alveolare e i tessuti che connettono il dente all’osso). L’infezione di questi tessuti dà luogo al formarsi delle tasche parodontali che, con il passare del tempo, diventano sempre più profonde e, alla fine, provocano l’instabilità e la perdita dei denti.

Occhio ai sintomi

I fattori che portano alla gengivite e alla parodontite (piorrea cura) sono:

Piorrea cura – Per curare la gengivite ed evitare che si evolva in parodontite, oltre a un’igiene orale impeccabile, è necessario ricorrere alla profilassi e alla pulizia professionale garantite dal nostro studio; alludiamo all’ablazione della placca e del tartaro, alla lucidatura dei denti e alla biostimolazione dell’epitelio con laser a diodi per tessuti molli.

Nel nostro studio affrontiamo senza timore ogni forma di parodontite, anche quelle più aggressive. L’approccio terapeutico parodontale inizia con l’ablazione dei depositi duri (il tartaro) e molli (la placca) dalla superficie dei denti con uno strumento chiamato air flow master piezon, alternato a trattamenti con laser dentale. Per una più efficace terapia parodontale è indispensabile combinare l’uso del laser a diodi con l’uso del laser raffreddato ad acqua. Nel nostro studio impieghiamo il laser a diodi Epic 10 e il laser raffreddato ad acqua Waterlase iPlus, entrambi prodotti dalla statunitense Biolase. I laser rimuovono il tartaro, il tessuto di granulazione infiammato e, nel contempo, svolgono un’azione battericida, virucida e stimolante per la epitelizzazione e la rigenerazione dei tessuti.

Dopo una dettagliata terapia parodontale, in alcuni pazienti (vedi l’esempio seguente) consigliamo di intraprendere l’idonea terapia protesica, al fine di rinsaldare i denti curati e prolungarne la vita.

Alcuni esempi tratti dalla nostra prassi

null

Clicca qui!